Da Moncrivello a Stresa per parlare dei pazienti in Stato Vegetativo

Anche l’RSA “Virgo Potens” di Moncrivello (VC), prenderà parte all’importante Convegno sui “Disordini della coscienza nei pazienti in Stato Vegetativo, Minima Coscienza e Alta Complessità Neurologica” che si terrà giovedì 26 novembre dalle ore 13.00 presso l’Hotel Regina Palace di Stresa (VCO).

L’evento, rivolto a tutte le professioni sanitarie in ambito regionale, alle quali offre crediti ECM, è realizzato in collaborazione tra tre strutture sanitarie piemontesi che hanno al loro interno i cosiddetti Nuclei SA-SMC e NAC: l’Eremo di Miazzina (VCO), del Gruppo Garofalo, l’RSA “Virgo Potens” di Moncrivello, che fa capo all’Associazione Silenziosi Operai della Croce Onlus, e le due Case di Cura di Volpiano e Santena (TO) del Gruppo Anni Azzurri.

L’obiettivo della giornata è quello di proporre un Protocollo di Valutazione e trattamento normato dal Sistema Sanitario Regionale, ma non solo: sviluppare una profonda consapevolezza circa quanto sta emergendo dai Nuclei delle tre strutture Piemontesi in senso clinico, etico e gestionale.

Il titolo dell’evento è un riferimento esplicito al Salmo 8 della Bibbia: “Cos’è un uomo, perché te ne curi”, ed è stato scelto appositamente per porre subito sullo stesso piano sia i contenuti scientifici, sia quelli morali e di senso umano necessari per assistere le persone in particolari condizioni neurologiche, tra il coma e la minima coscienza.

«L’assistenza a questi pazienti rappresenta a tutt’oggi un problema di grande rilevanza sanitaria e sociale poiché il loro numero è crescente e la loro aspettativa di vita si allunga – spiega la dottoressa Pierangela Cavallino, direttrice sanitaria dell’RSA “Virgo Potens di Moncrivello – ponendo in evidenza problemi importanti anche di ordine etico. A queste persone è necessario fornire programmi di assistenza a lungo termine, offrendo anche ai familiari un piano personalizzato di sostegno e di aiuto».

Saranno presenti alla giornata molte Autorità Istituzionali e responsabili del Sistema Sanitario pubblico, ad integrazione dei contenuti più scientifici in programma nel pomeriggio.

«Abbiamo pensato a questa giornata di lavoro e anche di sensibilizzazione – dice il dottor Angelo Villani, responsabile scientifico dell’evento – per valorizzare e condividere le ricerche e le esperienze acquisite, a volte con una intensa componente esplorativa, nei Nuclei attivi in Eremo di Miazzina e nella altre due strutture piemontesi. L’interesse mostrato in ambito ASL VCO e regionale, ci fa ben sperare che i nostri vissuti si possano trasformare presto in veri e propri protocolli di valutazione e trattamento normati dalla Sanità Pubblica».

Flyer – Evento 26 novembre