Anche quest’anno “Motori e Sapori” è stato un successo. La manifestazione che per il quarto anno consecutivo si è tenuta presso il Complesso del Santuario della Beata Vergine del Trompone di Moncrivello (VC), è ormai un appuntamento fisso per gli amatori dei mezzi d’epoca e ha visto, sabato 17 e domenica 18 settembre, la partecipazione di centinaia di persone.

«Non dobbiamo dimenticare che la festa di oggi – ha spiegato don Giovan Giuseppe Torre, rettore del Santuario – è tutta basata sul volontariato e la generosità dei fedeli che hanno messo a disposizione il loro tempo a vantaggio della realizzazione di un nuovo giardino terapeutico per i nostri degenti che possano così gioire ancora meglio delle bellezze della natura».

Un fine settimana, dunque, all’insegna della solidarietà e del divertimento con lo scopo di raccogliere fondi per realizzare un nuovo progetto: rendere non soltanto accessibile e completamente usufruibile l’ampio parco adiacente al Santuario, ma anche creare un giardino terapeutico, l’Healing Garden, Il Giardino delle Stagioni, per gli ospiti sia della nuova RSA “Virgo potens” che della Casa di cura “Mons. Luigi Novarese”.

«La festa è iniziata nel pomeriggio di sabato – spiega Mara Strazzacappa, della comunità dei Silenziosi Operai della Croce e tra gli organizzatori dell’evento – con un doppio appuntamento: il corteo di una cinquantina di mezzi d’epoca che da Aglié, via Ivrea, è giunto a Moncrivello, e la “Pedalata vintage” con il Team Fuori Onda Bike che si è svolta tra Tonengo di Mazzé (TO) e il Trompone», dove ad attendere gli ospiti c’era la cena a tema “Tutto sul fagiolo” con il concerto di “Giuliano e i Baroni”.

Domenica mattina i fedeli si sono riuniti sul piazzale antistante il Santuario per partecipare al Giubileo delle Bande musicali. Dopo avere varcato la Porta santa, si è celebrata la S. Messa animata dalla banda musicale “La Fiorita” di Mazzè. Durante la giornata è stato possibile vedere centinaia di mezzi storici come ad esempio pullman di linea degli anni Sessanta, autoambulanze, camion cisterne, biciclette del periodo antecedente la Seconda Guerra Mondiale, il camion dei pompieri “Tigrotto”, trattori d’epoca degli “Amici dell’AIA” di Bollengo e una macchina trebbiatrice storica messa in moto dal “Team Slora Frusta”. I più piccoli hanno anche potuto provare il simulatore di Formula Uno mentre nel pomeriggio si è tenuto il concerto delle bande musicali “Società Filarmonica Castelrossese” e il “Corpo musicale Coassolo San Pietro”. La manifestazione si è conclusa alle ore 17 con l’esibizione della Scuola di ballo “Dance & Music” di Elena e Christian Bono di Cigliano.