Cinque giorni di festa al Santuario del Trompone dal 20 al 24 aprile per celebrare, come ogni anno, l’apparizione della Beata Vergine, avvenuta la prima domenica dopo Pasqua del 1562, a una donna ricurva e ammalata proveniente da Cigliano, Domenica Millianotto, guarita miracolosamente dalla Madonna.
Le celebrazioni inizieranno con il triduo preparatorio alla festa, giovedì 20 aprile alle ore 21, proseguiranno venerdì con l’Adorazione Eucaristica notturna per i giovani invitati a trascorrere la notte con materassino e sacco a pelo, mentre il sabato, vi sarà la processione dei fedeli delle parrocchie limitrofe dalle ore 20 e a seguire la celebrazione eucaristica presieduta da mons. Edoardo Cerrato, vescovo di Ivrea e animata dalle corali riunite di Tonengo, Mazzè e Villareggia.

Domenica 23 aprile, alle 10.30 don Lorenzo Pasteris, parroco di Moncrivello, presiederà la messa in Santuario, a seguire vi sarà il pranzo di solidarietà, mentre nel pomeriggio, dopo il rosario delle 15.30, guidato dal Centro Volontari della Sofferenza, alle 16, mons. Mario Allolio, vicario generale della diocesi di Vercelli, celebrerà la funzione eucaristica, e dalle 17.15 presso la Sala Sant’Eusebio del complesso del Trompone si svolgerà lo spettacolo “Tra luci e ombre dalla ‘Millianotta’ a oggi” a cura dei volontari. Grande spettacolo di ombre cinesi, musica, testi per celebrare le grandi grazie che la Beata Vergine del Trompone ha operato in questo luogo.

Alle 18.30 la giornata di festa sarà conclusa dalla celebrazione eucaristica presieduta da don Alberto Carlevato, parroco di Tonengo, Mazzè e Villareggia e animata dal coro La Genzianella.

Durante tutta la giornata sarà possibile visitare numerosi stand come “Fiori e Sapori”, il mercatino floreale in collaborazione con il Centro Socio Riabilitativo “Nostra Signora di Fatima” di Meldola (FC), lo “Stand della salute”, con misurazione della pressione, della glicemia e controllo vista, udito, osteoporosi, il “Banco di beneficenza”, e lo “Stand benefico” con la vendita di vari prodotti fatti a mano.

Lunedì 24, invece, dalle 14.30 si darà il via all’estrazione della “lotteria del Trompone”, il cui ricavato andrà per sostenere il progetto “Il Giardino delle stagioni”: rendere non soltanto accessibile e completamente usufruibile l’ampio parco adiacente al Santuario, ma creare anche un giardino terapeutico l’“Healing Garden”, per gli ospiti sia della nuova RSA “Virgo Potens” che della Casa di cura “Mons. Luigi Novarese” con lo scopo di favorire il riorientamento spazio temporale e la socializzazione degli ospiti e il relax del personale e dei visitatori.

La mattina, alle 11, sempre in santuario, gli ex allievi del seminario minore della diocesi di Vercelli concelebreranno la funzione eucaristica presieduta da mons. Mario Cappellino.