Sono 14 i nuovi laureati in Terapia Occupazionale che hanno discusso la tesi giovedì scorso 19 novembre. Niente brindisi e foto di rito, quest’anno infatti, a causa delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, gli elaborati sono stati presentati dagli studenti alla commissione presieduta dal professor Francesco Landi di fronte a uno schermo. Il Corso di Laurea triennale dell’Università Cattolica di Roma con sede presso la Casa di cura “Mons. Luigi Novarese” di Moncrivello, Vercelli, si è concluso online per Chiara Anselmo, Simone Barone, Giovanni Bonadonna, Chiara Emanuel, Celeste Guglielmetti, Anna Lazzari, Benedetta Moretti, Marianna Pellielo, Sara Pipino, Martina Prescianotto, Francesca Sanna, Giorgia Savino, Federica Siciliano, Alessio Savoini. “Una bella soddisfazione non solo per i ragazzi, ma anche per noi insegnanti – commenta la direttrice del Corso di Laurea, Renata Spalek – I nuovi dottori in Terapia Occupazionale potranno svolgere la loro professione all’interno di strutture sanitarie, socio-sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale e lavoreranno nell’ambito della prevenzione, cura e riabilitazione dei soggetti affetti da malattie e disordini fisici e psichici, sia con disabilità temporanee che permanenti, utilizzando attività espressive, manuali – rappresentative e ludiche della vita quotidiana”.