R.S.A. “Virgo Potens”: il progetto

Adotta il progetto: “Donare accoglienza”

trompone

“DONARE ACCOGLIENZA” HA L’AMBIZIONE DI METTERE A DISPOSIZIONE UN LUOGO(UNA CASA) NEL QUALE LE PERSONE AFFETTE DA GRAVI E GRAVISSIME DISABILITÀ NEUROLOGICHI POSSANO TROVARE OGNI POSSIBILE SPERANZA, SIA ESSA DI CURA, DI ASSISTENZA O DI SENSO.

Per maggiori informazioni: scarica il volantino.

Il Progetto:

Il Progetto è promosso dall’Associazione ONLUS Silenziosi Operai della Croce, persone consacrate che operano, nella logica del Vangelo di Gesù Cristo, nel vasto mondo dell’umana sofferenza.

Monsignor Luigi Novarese, fondatore dell’Opera, che è stato Beatificato nel mese di maggio 2013,   fece comprendere ai malati  l’importanza di una vera promozione integrale della persona sofferente, della sua consapevolezza di  valore e di  ruolo all’interno della Chiesa, della famiglia, della società. Ogni persona umana esprime il volto divino di Gesù Cristo, qualunque sia la sua situazione di salute o di malattia e, per questo, desidera poter offrire tutta la speranza possibile.

Il Progetto “Donare accoglienza” vuole offrire una risposta ambientale e tecnologica, ma soprattutto professionale ed umana a persone affette da disabilità neurologiche gravi e gravissime e prevede la realizzazione di una Residenza Sanitaria Assistenziale in grado di accogliere persone in stato vegetativo e di alta complessità neurologica cronica (nuclei NSV e NAC) e per il ricovero di soggetti affetti da sclerosi multipla (nucleo residenziale temporaneo) presso il Complesso del Santuario del Trompone sito in Moncrivello (VC).

La necessità di realizzare tale struttura nasce dall’esigenza di offrire un servizio di assistenza ad alta qualità per malati cronici e particolarmente vulnerabili attraverso il perfezionamento e la diversificazione sanitaria, al fine di perseguire il miglioramento della qualità della vita delle persone disabili e dei loro familiari.

L’assistenza a questi malati rappresenta a tutt’oggi un problema di grande rilevanza sanitaria e sociale poiché il loro numero è crescente e la loro aspettativa di vita si allunga, ponendo in evidenza laceranti problemi anche di ordine etico. A queste persone è necessario altresì fornire programmi di assistenza a lungo termine, offrendo anche ai familiari un piano personalizzato di sostegno e di aiuto. In particolare, la gestione dei pazienti che hanno subito gravi lesioni cerebrali e sopravvivono in stato vegetativo rappresenta oggi una emergenza sanitaria a dimensione nazionale.

Il Progetto che l’Associazione SOdC ONLUS intende sviluppare è la realizzazione del Centro “RSA Virgo Potens” destinato ad ospitare:

  • Un nucleo di 10 posti letto di soggetti in Stato Vegetativo e in Stato di Minima Coscienza (Nucleo NSV);
  • Un nucleo di 10 posti letto per pazienti ad Alta Complessità Neurologica Cronica (Nucleo NAC), quali sono i pazienti affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e pazienti con Locked-in Sindrome;
  • Un nucleo residenziale temporaneo (letti di sollievo) di 20 posti letto per pazienti affetti da Sclerosi Multipla (SM).

Premesso che i SOdC hanno sempre esercitato tutte le loro iniziative sociali, sanitarie e assistenziali, all’interno del Sistema Pubblico Statale, operando in totale collaborazione e integrazione con i vari Servizi Sanitari e Assistenziali regionali, con questo progetto si intende dare una risposta concreta ai bisogni di assistenza e di cura di alcune categorie di persone sofferenti che anche la Regione Piemonte ritiene a tutt’oggi ancora prive di una efficace tutela secondo le disposizioni attuative già emanate dalla Regione Piemonte e l’Associazione ha già provveduto a richiedere e a ottenere le necessarie autorizzazioni da parte dell’Assessorato alla Sanità Regionale e dalla Direzione Generale dell’ASL di Vercelli.

Nello specifico, il progetto prevede di ristrutturare e adeguare per tutti gli aspetti strutturali, impiantistici e tecnologici, l’edificio destinato ad accogliere i tre nuclei, NAC, NSV e SM della RSA Virgo Potens.

L’edificio è di proprietà dell’Associazione SOdC ed è attualmente inutilizzato. Costruito originariamente, alla fine dell’ottocento, per ospitare il Seminario Arcivescovile della Diocesi di Vercelli, negli ultimi trent’anni è stato parzialmente trasformato dall’Associazione per accogliere prima un Centro di formazione e di addestramento professionale per soggetti disabili e poi convertito in un Centro di Riabilitazione e Rieducazione Funzionale fino al trasferimento di questo in una struttura di nuova realizzazione, sempre collocata nel complesso, nel 2006.

L’edificio è inserito nel vasto complesso storico del Trompone, che si è sviluppato nel corso dei secoli attorno all’omonimo Santuario del XVI secolo e che comprende anche la Casa di Cura accreditata CRRF “Mons. Luigi Novarese” specializzata in riabilitazione, e la sede del Corso di Laurea triennale in Terapia Occupazionale, sede distaccata dell’Università Cattolica di Roma.

L’edificio destinato ad ospitare la RSA Virgo Potens è circondato da un parco secolare ed è collegato con la Casa di Cura tramite un tunnel sotterraneo. Questo stretto collegamento tra la struttura socio assistenziale e quella ospedaliera consente utili sinergie funzionali e organizzative a beneficio dei ricoverati della RSA per tutte le possibili necessità di tipo clinico, diagnostico e terapeutico. Essendo l’edificio soggetto in parte alla tutela della Soprintendenza, si è provveduto ad acquisire le necessarie autorizzazioni per tutti gli interventi che le necessitano.

Il progetto proposto prevede di collocare i 20 posti letto dei nuclei NAC e NSV al primo piano e i 20 posti letto per la Sclerosi Multipla al secondo piano dell’edificio ristrutturato, mentre il piano terreno accoglierà i servizi generali, amministrativi, i locali dell’accettazione, la palestra terapeutica, la idroterapia e un grande salone polivalente per incontri e convegni.

La superficie totale oggetto dell’intervento è di circa 2.500 mq.

 

Lavori di ristrutturazione edile e adeguamento tecnologico
€ 1.404.113,60
Impianto cogenerativo a fonte rinnovabile
€ 580.000,00
Opere non preventivate (stima del 10% della somma totale dei lavori)
€ 198.411,36
 COSTO
€ 2.182.525,36*
 *al netto di IVA 10% su lavori (costo non deducibile 
e interamente a carico dell’Associazione SOdC)
€ 222.350,03
 Opere sicurezza cantiere d.lgs 81/2008
€ 40.974,99
 COSTO COMPLESSIVO
€ 2.445.850,38

Immagine

Per realizzare questo progetto è necessario il tuo aiuto!