La Terapia occupazionale (T.O.) è una disciplina riabilitativa particolarmente sviluppata e diffusa nei paesi anglosassoni e scandinavi (Occupational Therapy) e che ha come scopo quello di portare il paziente a raggiungere il più alto grado di autonomia nella cura di sé, nelle attività di vita quotidiana, nel lavoro e nell’ambiente sociale e familiare.

I suoi campi prevalenti di intervento sono:

Neurologia: in pazienti con deficit neurologici, la T.O. si propone la normalizzazione del movimento e della motilità grezza e fine degli arti e il miglioramento delle funzioni neuropsicologiche.

Ortopedia: questo settore si concentra in particolare sulla riabilitazione della mano. In presenza di fratture, lesioni dei nervi e dei tendini, amputazioni e malattie reumatologiche, la T.O. punta a ripristinare la mobilità, rafforzare la muscolatura e recuperare la funzione.

Geriatria: le persone anziane con patologie neurologiche quali ictus, Alzheimer, Parkinson o con patologie reumatologiche e sindromi depressive hanno difficoltà a gestire la propria vita quotidiana e la loro autonomia personale. La T.O. aiuta a mantenere le capacità fisiche e mentali e permette di conservare la propria autonomia il più a lungo possibile.

Pediatria: nei bambini con ritardo di sviluppo, handicap, paralisi cerebrale, traumi cranici e malattie degenerative neuromuscolari, la T.O., mediante il gioco e le attività manuali, interviene nell’agevolare e sviluppare le funzioni deficitarie.

• Due appartamenti: uno terapeutico in cui il paziente con il terapista svolge l’attività della vita quotidiana, un altro di predimissione, in cui il paziente può permanere alcuni giorni con i familiari per mettere in luce le difficoltà legate alla gestione casalinga e chiedere di conseguenza consiglio o consulenza al terapista.
• Ausilioteca: stanza in cui sono presenti gli ausili (carrozzine, girelli, infilacalze, pinze, …) a disposizione dei pazienti con handicap per la scelta, l’addestramento e la prescrizione
• Laboratorio ortesi: adatto per costruire tutori personalizzati per prevenire o curare deformità articolari
• Stanza dell’età evolutiva: è dedicata ai bambini con l’obiettivo di sviluppare e migliorare la capacità d’agire del bambino, per rendere possibile la maggiore autonomia e la miglior qualità di vita possibili
• Laboratorio attività espressive di addestramento al lavoro: nell’ambito del centro, l’attività lavorativa, viene impiegata come strumento terapeutico
• Palestra di sport-terapia: la sport-terapia trova spazio all’interno di protocolli ria¬bilitativi rivolti a persone con diverse disabilità

L’attività dei terapisti occupazionali è indirizzata sia ai pazienti ricoverati sia a quelli ambulatoriali.