Nella prima mattina di oggi, lunedì 5 ottobre, è morto don Janusz Malski, moderatore generale dei Silenziosi Operai della Croce, associazione internazionale fondata dal beato mons. Luigi Novarese. “Da tempo affetto da una forma tumorale, don Janusz si era aggravato repentinamente lo scorso mese di settembre. Ricoverato presso il Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pd) ha ricevuto le ultime cure possibili, fino al momento della morte”.
Nato a Stettino (Polonia) il 25 giugno del 1957, don Malski era membro dell’Associazione dal 1983. Ordinato sacerdote il 7 luglio 1985, ha svolto un primo incarico come moderatore generale dal 2012 al 2018 ed è stato successivamente riconfermato.

“È ‘Opera della Croce’ il dono totale di sé, uno slancio di amore che ci conduce oltre la morte. Il tratto impervio, che pone fine alla nostra esistenza, dischiude la nascita definitiva, la Pasqua eterna. Abbracciamo tutti coloro che hanno conosciuto don Janusz e che soffrono per la sua assenza. Insieme raccogliamo l’eredità di vita e di speranza che il nostro Moderatore ci ha consegnato. Insieme preghiamo e crediamo nella vittoria di Cristo sul male e sulla morte”, commentano con dolore i Silenziosi Operai della Croce.

Mons. Marco Arnolfo, arcivescovo di Vercelli, territorio su cui insiste il santuario del Trompone dove da decenni operano i Silenziosi Operai della Croce, “unitamente all’intera diocesi eusebiana, si stringe intorno alla comunità dei Sodc, nel ricordo commosso di padre Janusz e con riconoscenza grande per l’opera terapeutica fisica e spirituale da loro svolta fin dal 1970 anche sul nostro territorio”.

Il rito funebre si svolgerà giovedì 8 ottobre alle 15 presso il duomo di Montichiari (Bs).