Centralino (+39) 0161 426161 – Orari Prenotazioni: Lun/Ven 08.30-12.30

Ricoveri: ricoveri@trompone.it | Prenotazioni ambulatoriali cup@trompone.it

16 marzo. Convegno scientifico al Trompone di Moncrivello

Un Convegno scientifico sull’appropriatezza prescrittiva nella diagnostica per immagini.

Si svolgerà il prossimo 16 marzo, presso l’aula Magna del complesso del Santuario del Trompone di Moncrivello, (VC), il corso rivolto principalmente e non esclusivamente ai medici di base durante il quale saranno rilasciati i crediti formativi ECM.

Un incontro importante – spiega la dottoressa Germana Musso, referente scientifico del convegno e responsabile del servizio di radiologia della Casa di cura “Mons. Luigi Novarese” di Moncrivello – che va in aiuto agli specialisti in medicina generale nel prescrivere gli esami di diagnostica per immagini”. Un compito sempre più complesso, dal punto di vista burocratico, in particolar modo da quando le ricette del Servizio sanitario nazionale sono diventate elettroniche.

Il corso, organizzato dai Silenziosi Operai della Croce, inizierà alle ore 8.30 con l’accoglienza e proseguirà con quattro interventi sull’appropriatezza prescrittiva: Germana Musso parlerà dell’Rx tradizionale e dell’ecografia, Paolo Fonio, professore ordinario e direttore della Scuola di specialità di Radiologia e radiodiagnostica dell’Università degli Studi di Torino, si concentrerà sulla Tomografia computerizzata (TC), Giulio Cura-curà, medico radiologo della Clinica Santa Rita di Vercelli, sulla Risonanza Magnetica e Costanza Iunco, medico radiologo della Clinica Santa Rita di Vercelli, porterà l’attenzione sull’appropriatezza prescrittiva in senologia.

A conclusione del corso, il professor Fonio affronterà il tema sulle nuove norme in materia di radioprotezione.

Durante la mattinata si potrà anche visitare il servizio di radiologia del Complesso del Trompone, che tramite il Servizio sanitario nazionale e non solo offre all’utenza esami ecografici, radiografici, panoramiche dentarie, densitometrie ossee (MOC), risonanze magnetiche alle piccole articolazioni ed ecodoppler.

Locandina_APPROPRIATEZZA-PRESCRITTIVA
Read More

IDROTERAPIA: ATTIVO IL NUOVO SERVIZIO

Presso il Complesso del Trompone di Moncrivello, Vercelli, è attivo il nuovo servizio di Idroterapia e offre prestazioni terapeutiche non solo alle persone ricoverate, ma anche a pazienti in regime ambulatoriale.

I trattamenti in acqua, individuali o di gruppo, effettuati da personale specializzato presso il complesso del Trompone, sono studiati in base alla patologia e alle necessità del paziente e vi possono accedere i pazienti che presentano problematiche di tipo ortopedico e neurologico.

Inoltre sono attivi anche altri tipi di servizi, come l’attività di accompagnamento alla gravidanza rivolto alle gestanti e l’A.L.T (acqua lymphatic therapy) che sfrutta i benefici del massaggio effettuato dell’acqua per portare ad una diminuzione del linfedema ottimizzando i risultati ottenuti con il linfodrenaggio manuale.

E infine l’attività di gruppo per il benessere della persona, indirizzata alla prevenzione, al mantenimento e al miglioramento dello stato di salute e al benessere psico-fisico.

Per informazioni si può telefonare telefonare ai numeri

0161/426161

0161/426334 – 510 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30

Read More

BEATO CHI PUÒ DIRE A SE STESSO: HO ASCIUGATO UNA LACRIMA

Questo saggio è un dono che un ex ammalato ha voluto fare agli altri ammalati. In che modo? Comunicando loro la sua esperienza di paziente che ha superato la prova della malattia. Ma soprattutto richiamando l’attenzione degli ammalati sulla svolta che la essa ha impresso alla sua vita, accompagnandolo ad interpretare in modo nuovo se stesso, gli altri e la realtà che lo circonda”. A Parlare è il giornalista Mauro Anselmo, biografo del beato Luigi Novarese che ha presentato, insieme all’autore Giuseppe gorruso, il 25 novembre scorso, Ictus (Edas, Messina 2018, pp. 170, euro 17) presso il Santuario del Tromone di Moncrivello (VC).

Il testo racconta l’esperienza di Giuseppe Gorruso, professore di inglese scientifico all’Università di Medicina e Chirurgia di Brescia, colpito dalla malattia. Colpito, ma non sconfitto. L’ictus infatti ha rappresentato per lui un momento dell’esistenza che lo ha reso capace di scoprire dentro di sé – come scrive nelle prime pagine –  “risorse e potenzialità” che non riteneva di possedere, o che aveva dimenticato, o di cui non era pienamente consapevole.

Lo scopo del libro – ha detto Gorruso – è di gettare luce sull’ictus in tutte le sue svariate sfaccettature e di offrire una guida a chi si trovi o venga a trovarsi nella mia stessa situazione di disagio o di fragilità, per irrobustire la psiche, dare fiato alla speranza e alla fiducia nel recupero, nonché tessere con lui un sottile filo di empatica intesa”.

Una testimonianza, quella di Gorruso, molto vicina al carisma del beato Luigi Novarese (1914 – 1984) che ha sottolineato con il suo insegnamento l’importanza che la dimensione spirituale viene ad assumere nel rapporto fra l’infermo e la malattia. “Monsignore diceva che l’ammalato – ha spiegato Anselmo – può diventare ‘buon samaritano’ per l’altro ammalato e per il fratello sano”.

Al termine dell’incontro c’è stato un ampio spazio dedicato alle domande del pubblico, durante il quale alcuni ammalati del’RSA “Virgo Potens” hanno portato la loro testimonianza.

Read More